Linux, un avvio piu veloce rimuovendo servizi lenti/inutili

Oggi, dopo l’aggiornamento a Debian Stretch ho dato un’occhiata ai servizi caricati e ai tempi di avvio, con il comando systemd-analyze*

Guardando il risultato, escludendo i tempi (4 secondi e mezzo) del kernel, il sistema ha impiegato 1 minuto e 42 secondi per il boot; Ok,  non ho un disco SSD, ci sono un sacco di servizi come Tor, virtualbox , Kde, etc; ma il tempo di avvio sembra davvero troppo lungo.
Meglio controllare se c’è un servizio particolarmente lento o se semplicemente ce ne sono tanti/troppi, eseguendo systemd-analyze blame* 

Come possiamo vedere, il risultato mostra che  racoon.service impiega ben 1 minuto e 32 secondi per avviarsi: questo servizio (ipsec) è, per le mie esigenze, inutile, quindi decido di disabilitarla all’avvio con il comando: Systemctl disable racoon.service
A questo punto ho riavviato il sistema, e in seguito ho eseguito ancora il comando System-analyze, ottenendo il seguente risultato: 30 secondi

Bene, abbiamo tagliato 1 minuto 17 secondi passando da 1 minuto e 47 a.. 30 secondi..
Probabilmente questo non è un caso standard, ma con questo esempio si puo facilmente capire l’impatto che anche un solo servizio puo avere sul tempo di avvio.
In generale, fare un controllo per verificare e identificare quali servizi impiegano tanto tempo (e  sopratutto se ci servono) e’ una cosa che come in questo caso risulta davvero utile.

*Nonostante i miei screenshot, i comandi systemd-analyze e systemd-analyze blame possono essere eseguiti senza privilegi di root.

Pubblicato in Gnu-Linux | Lascia un commento

Mamp: web server (e non solo) in locale con pochi click

Avevo bisogno di un web server in locale per fare qualche esperimento in .php  senza quindi dover ogni volta trasferire i file sul mio sito e fare gli esperimenti da remoto:
Non avendo troppo tempo per configurare Apache /php ho cercato qualcosa di gia pronto e che funzionasse in pochi click: MAMP
dove:
Mac OS X che è il sistema operativo; Apache come web server , MySQL – il sistema per l’amministrazione di database; mentre la P sta per  PHP, Python o Perl, (linguaggi per lo sviluppo di applicazioni web)

MAMP in pratica è l’equivalente della piattaforma LAMP presente sui server Linux;
L’installazione è molto banale, al termine avremo :
, scegliamo MAMP e clicchiamo mamp
una volta aperto, è sufficiente cliccare sull’icona start startmamp ed avremo gia tutto funzionante
mampconsole_mini

Da qui prefmamps  è possibile cambiare i settaggi di Mamp:

Sezione Start/Stop:
Puoi scegliere se avviare automaticamente il server con l’avvio di Mamp, se far aprire la pagina di start, se spegnere i servizi con la chiusura di Mamp.
startstopmamp

Sezione Ports:
Da qui puoi modificare il numero delle porte: quelle di  default sono: Apache : 8888 – Nginx : 7888- MySQL : 8889, ma nulla vieta ad esempio di utilizzare la classica 80 per Apache ( a meno che sia gia utilizzata da qualche altro servizio sulla tua macchina)
portsettingsmamp
quindi di default il sito avrà questo indirizzo : http://localhost:8888 , se invece metti la porta 80 sarà su http://localhost

Sezione Php
Qui puoi scegliere la versione di Php da utilizzare
phpmamp
Urls
phpInfo
: http://localhost:8888/MAMP/index.php?language=Italian&page=phpinfo
phpMyAdmin : http://localhost:8888/phpMyAdmin/?lang=it

Sezione Web Server:
Da qui puoi scegliere tra Apache e Nginx, e puoi modificare la cartella root (quella dove inserire il sito web)
webservermamp

Sezione MySql:
Visualizza l’attuale versione di Mysql
mysqlmamps

Pubblicato in Tech news - tutorials | Lascia un commento

FM16 – calcolatore di “stelle” per collaboratori

Game time 🙂

Gioco spesso a FM16  e ho perso tanto tempo nella ricerca dei migliori collaboratori tecnici (4 / 5 stelle)
Recentemente ho trovato da qualche parte alcune formule per calcolare, tramite i parametri elencati, il numero di “stelle” e quindi la qualità dei collaboratori .
Dato che non avevo voglia di calcolare a mano e nemmeno con la calcolatrice ho creato un file excel per calcolare tutto comodamente
Quindi, nel gioco selezioniamo il collaboratore da controllare, ed inseriamo i suoi parametri nel file; in questo modo conosceremo il numero di stelle per ogni categoria di allenamento , ovviamente puoi inserire tutti i parametri o solo quelli che ti interessano.
fm16italo puoi scaricare da qui , ci sono due versioni, in inglese ed in italiano
FM16 Coach calculator

Pubblicato in Games | Lascia un commento

Come cambiare i dns su Mac Osx con un click

Avevo bisogno di utilizzare dei particolari dns e  di poterli cambiare in maniera rapida, con un click – ecco come ho fatto
Innanzitutto ecco il comando per fare la modifica da Terminale:
sudo networksetup -setdnsservers <networkservice> DNS1, DNS2, DNS3

Per avere una lista dei network services:
networksetup -listallnetworkservices
otterrai una lista come sotto
networklist
Nel mio caso devo modificare i dns del il Wifi,quindi (come esempio ho utilizzato i dns di Google 8.8.8.8 e 8.8.8.4) , aprendo il terminale ed eseguendo il comando seguente, i dns verranno modificati
“sudo networksetup -setdnsservers Wi-Fi 8.8.8.8 8.8.8.4”

Ma come fare ad eseguirlo con un click? utilizzando Apple script: apriamolo ed inseriamo i comandi seguenti:
scriptdns
In pratica la prima riga esegue il comando descritto sopra, mentre la seconda riga fa apparire un messaggio che ci avvisa che il comando è stato eseguito (ovviamente puoi decidere di non averlo) .
Salva come applicazione ed hai finito, un click sarà sufficiente per cambiare i tuoi dns
applicationEcco il risultato dopo aver cliccato (ti verrà chiesta la password di root)
dnsupdate
Guardando i Dns del Wi-fi, notiamo che sono stati cambiati.
dnsresults

Pubblicato in Mac Os | Lascia un commento